Net à porter – Rimedi anti-crisi per shopping addict

di Laura

Eh già, la crisi è ormai ovunque e chissà per quale motivo abbiamo pensato che il nostro armadio l’avrebbe scampata.
Niente più centro commerciale nei grigi e piovosi pomeriggi di day-off, niente più shopping compulsivo salva-crisi isteriche provocate da un fidanzato che non lava i piatti. E quel che è peggio, possiamo dire addio ai fast-acquisti in pausa pranzo compro-senza-provare indotti dall’inevitabile e puntualissima sindrome premestruale che ogni mese collabora animosamente nello svuotarci il portafogli.

La regola del “guardare e non comprare sono cose da crepare” (ovvero girare tra i negozi non potendo comprare nulla) ci impone di rimediare all’emergenza crisi (del guardaroba e non solo) con semplici rimedi che non implichino il metter mano al già poco prosperoso portafogli.

REINVENTARSI:

Quante di noi hanno passato pomeriggi interi a sigillare scatole di plastica piene zeppe di magliettine che scoprono l’ombelico (ad oggi perfette con i pantaloni a vita alta) e pantaloni di lino (di nuovo in voga in vista di serate lungomare) di cui abbiamo dimenticato l’esistenza?
Anche solo una dozzina di mesi sono abbastanza per darci l’idea della novità nello riscoprire t-shirt, pantaloni e mini-dress che abbiamo gettato nel dimenticatoio e lasciato nel lato oscuro del guardaroba nelle ultime stagioni. Creare nuovi outfit con l’aggiunta di accessori acquistati recentemente (come cinte o foulards) ci farà sentire appagate come dopo una maratona di shopping ai bei vecchi tempi!

L’ARMADIO DELLA MAMMA:

La mia, fortunatamente, era una vera fashion victim. E’ bene armarsi di pazienza e fiducia perchè molte volte neanche loro, le mamme, conoscono il vero valore dei tesori che da anni tengono compressi tra la naftalina e il vecchio cappotto di cachemire di papà. Consiglio di intraprendere un’esplorazione solitaria, magari quando sono in giro con il nonno o a fare compere con le amiche: servirà un po’ di tempo ma al loro rientro a fine giornata vi ritroveranno con l’espressione di qualcuno che ha appena fatto una scoperta sensazionale: “Mamma, me lo presti???”
Ormai per me è diventata un’abitudine, ogni mese mi tuffo nel passato di mia madre come fosse il mio negozio vintage di fiducia. Gucci, Valentino, YsL, Chanel, Roberta di Camerino… una vera eredità.

SHOPPING ONLINE:

Se proprio non riuscite a fare a meno dello shopping buttatevi su quello online. E’ risaputo che i saldi nel web non mancano mai, e di certo acquistare al 20-30% in meno adesso è sicuramente più confortante (e meno frustrante) che aspettare la fine della stagione e fare a gomitate per accaparrarsi quel vestito sul quale sbavate da mesi. Su buyvip.com le offerte si sprecano, Asos dovrebbe essere presente tra i preferiti nella cronologia web di ogni ragazza che si rispetti. Noi di BATC consigliamo inoltre saldiprivati.com e vente-privee.com.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...