Godsavethegirls – Gesti eclatanti e “caxxoni avariati”.

di CONNIE

Risse, improvvisate all’aeroporto, alla stazione, nei taxi, sui pullman, mani che si alzano in chiesa sul “parli ora o taccia per sempre”, rapimenti, fughe romantiche, ti amo scritti, cantati, urlati, dichiarazioni, dichiarazioni, dichiarazioni.
Sul grande o piccolo schermo, ovviamente. Perché nella realtà, come avrete notato, non ci siamo proprio. Avete sempre sognato che dopo litigi/lasciamenti vari Lui si facesse trovare all’aeroporto per impedirvi di partire tipo Ryan Phillippe in Cruel Intentions e invece è già tanto che sia venuto a prendervi in tempi di normale amministrazione di coppia ? Non vi stupite. Probabilmente se non fosse stato il personaggio di un film Richard Gere avrebbe evitato la famosa scalata con la rosa in bocca per riprendersi la sua Julia/Vivian e nella migliore delle ipotesi le avrebbe urlato “dai scendi, lo sai che soffro di vertigini”Hugh Grant avrebbe quasi certamente sposato Henrietta-faccia-di-chiulo e magari aspettato qualche anno per divorziare e fare una timida telefonata ad Andy Mac Dowell. Sempre per rimanere in tema, sicuramente lui e Colin Firth non avrebbero fatto a botte per quella culona di Bridget Jones, nessuno sarebbe intervenuto in conferenza stampa fingendosi un giornalista di ‘Cavalli e segugi’ e ammettendo di essersi comportato da “cazzone avariato”, perfino il nostro Big avrebbe giudicato azzardato prendere un aereo e andarsi a riprendere Carrie a Parigi senza aver prima sondato il terreno, visto che lei – fino a prova del contrario – stava con un altro.

Il problema, qui, non è il poco probabile lieto fine, è che a volte a renderlo poco probabile sono i protagonisti. Traduciamo: trovare un uomo incline a gesti sconsideratamente e squisitamente eclatanti in natura è probabile quanto che la sottoscritta incontri Orlando Bloom in ascensore domani mattina. Discutendo l’argomento con la mia amica Mari, che ha senza dubbio il dono della sintesi, abbiamo individuato i tre principali motivi per cui gli uomini comuni sono refrattari ai gesti eclatanti almeno quanto all’ingresso da H&M.
Il più ovvio? Mancano di MOTIVAZIONE. Si dimenticano compleanni/anniversari/date importanti varie ed eventuali? LEI è una rompipalle che bada alle parole e non ai fatti. Tradiscono? Lei bada ai fatti e non alle parole. Vengono lasciati? Morto un papa se ne fa un altro. Perché sprecare tempo/energia/quei due neuroni rimasti per dimostrare alla povera malcapitata che ci tengono? Non cercate un motivo, loro non l’hanno ancora trovato.
Ma continuiamo con la sagra del luogo comune (anche se, per dirla con uno storico ex fidanzato di Mari, i luoghi comuni sono tali perché VERI), molti uomini semplicemente mancano di ATTRIBUTI, più comunemente detti…avete capito. Fare un gesto eclatante, comparire all’aeroporto e dire “non partire”, salire sulla scala antincendio e dire “perdonami”, viaggiare da un continente all’altro per riprendersi la donna che si è capito di amare significa mettersi in gioco e rischiare (come minimo) una colossale figuraccia. Meglio rimanersene a giocare a Pes (è pure uscita la nuova versione, vuoi mettere), in attesa che a chiamare sia lei.
Terzo e determinante motivo dell’allergia degli uomini ai gesti eclatanti: FANTASIA POCA (o nulla). Per fare un gesto del genere ci vuole infatti una dose sufficiente di quell’elemento che la maggior parte degli uomini utilizza (solo) per gli schemi di calcetto, calciotto e fantacalcio, per inventare scuse per non accompagnarci dove vogliamo, per creare programmi e programmini al pc o iphone, ipad, ipod, inventare draghi nei giochi di ruolo etc. Un po’ di fantasia al servizio della sorpresa, dell’inaspettato, del lasciarci senza parole è senza dubbio chiedere troppo (vedere la teoria dei due neuroni di cui sopra).

Alla fine, basterebbe prendere consapevolezza che se anche a seguito di un gesto eclatante non si ottiene ciò che si vuole, agli occhi della persona destinataria del gesto si resterà sempre speciali,diciamo pure eroi per un giorno. Uomini, ma volete mettere l’adrenalina, il sentirsi vivi, i racconti ai vostri nipoti…e, soprattutto, il diventare l’argomento di conversazione del mese di tutti i nostri aperitivi tra amiche? Rifletteteci. Di preferenza con tutti i neuroni insieme.

 

7 thoughts on “Godsavethegirls – Gesti eclatanti e “caxxoni avariati”.

  1. Pingback: Godsavethegirls – Chi cerca trova (o quasi) | blogandthecities

  2. Pingback: Blogandthecities’ 2012 – Bilanci di fine anno | blogandthecities

  3. qualche gesto eclatante, seppur con molto sforzo, riescono a farlo, mio marito mi ha chiesto di sposarlo di notte sulla spiaggia con un palloncino con su scritto “Will you marry me?” e subito dopo ha tirato fuori l’anello…se non è romantico questo♥

  4. Il mio uomo gioca di ruolo per passione, programma per lavoro, odia il calcio per costituzione e… mi è “venuto a prendere” da oltre manica non appena mi sono sfidanzata, ha detto “perdonami” per avermi lasciata andare anni prima e all’ultimo compleanno mi ha regalato un libro sulle copertine di Audrey Hepburn. Peccato sia occupato, nevvero? :p

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...