Blog & the news – Breaking Dawn part II: pochi addominali e molta noia

di GIUDY

La mancanza di addominali scolpiti (di Jacob, e chi sennò?) non ha certo aiutato noi spettatori a rimanere vigili ed attenti durante l’ultimo capitolo di Twilight, a poco sono servite le mises super fashion di Bella e l’introduzione della bambina frutto dell’amore vampiro/umano.
Dicevamo addominali: molto pochi. Noia invece parecchia. La Meyer, che aveva tenuto incollati milioni di lettori e spettatori all’inizio della saga, sul finire ha dovuto fronteggiare diversi problemi, primo fra tutti la noia della quotidianità ovvero quando Bella ed Edward – finalmente sposati – non devono più combattere per il loro amore ma possono tranquillamente vivere morti & contenti. Come in ogni favola che si rispetti, il “the end” sarebbe dovuto calare un paio di capitoli librari fa, evitandoci di poter ridicolizzare la prima volta di Bella o nausearci per le scene splatter del parto o ancora di soffrire la mancanza di una storia vera e propria di questo ultimo capitolo che si srotola dinnanzi ai nostri occhi senza riuscire a prendere mai forma.

Per i fan di Twilight vecchio stampo ormai tutto è finito da un pezzo e anche per lo zoccolo duro dei fan sarà difficile non ridere dinnanzi a questa specie di parodia.
Per i fan della prima ora, consiglio un ripasso del primo Twilight quando ancora Pattinson e la Stewart erano sconosciuti, la regista hipster Catherine Hardwicke prestava i propri vestiti agli attori, i colori della pellicola vibravano di azzurro (forse pure troppo) e il film aveva il sapore di un esperimento molto lontano dal tritarifiuti hollywoodiano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...