Godsavethegirls – Lui, le sgallettate e gli stivali da cowboy

di CONNIE

Le abbiamo avvistate, studiate, commentate. A scuola, al lavoro, al supermercato, ai giardinetti mentre portavamo a spasso il cane. Su Facebook (come un po’ tutti, visto che al 90% hanno il profilo aperto, soprattutto l’album Foto profilo). Ognuna di noi ne ha qualcuna (più di qualcuna, in casi particolarmente critici) nella propria cerchia di amici. Sono loro: le sgallettate. Dal dizionario: agg. [f. -a; pl.m. -i, f. -e] ( non com.) vivace e spudorato, ma senza personalità. In termini pratici, essere perennemente minigonnato di scarso spessore intellettuale, facilmente individuabile dal vestiario succinto anche in luoghi in cui la-decenza-imporrebbe-un-minimo-di-sobrietà (vedi al lavoro), dall’andatura sculettante, dalla chiacchiera frivola e vispa e dalla ferma adesione al credo “io sono strafica e voi non siete un emerito”. Segni particolari: spesso circondata da maschi adoranti che si atteggiano a cavalier serventi con i quali non manca di fare la gatta morta a tempo perso.

Sì perché, purtroppo o per fortuna, tutti gli uomini hanno avuto prima o poi a che fare con una sgallettata. Sposati, single, amici, fratelli, fidanzati. Anche i nostri. Le hanno conosciute in palestra, al Pim dove li avevamo mandati a fare la spesa, in ufficio o seguendo qualche loro amico (adorante, ovviamente). E, inutile nascondersi dietro un dito mignolo, è assai probabile che perfino eruditi intellettuali possano subire presto o tardi lo sgallettato fascino della giuliva sgallettata di turno.

Siete carine, intelligenti, informate, con i vostri interessi e una discreta cultura musicale, cinematografica e letteraria, sempre al passo con le ultime tendenze fashion e andate fiere del vostro estroso e ricercato stile boho chic? Non importa, non sarà certo perché è abituato a questi standard che LUI la prossima volta che sarà in cerca esiterà a provolare con l’allegra sgallettata in minigonna di jeans e stivali da cowboy che ascolta solo Laura Pausini (senza offesa per le fan)  e tutt’al più ha letto “Cento colpi di spazzola”. Perché? Appunto perché è un LUI, in caso vi fosse sfuggito. 

Ovviamente noi di BATC siamo estremamente tolleranti e contro ogni forma di discriminazione. Per cui ammettiamo che TUTTE siamo un po’ sgallettate “inside”. Noi stesse abbiamo fatto le gatte morte svariate volte: con il tipo che ci piaceva, con il tipo che ci piaceva troppo, con quello che tutto sommato non ci piaceva ma era-divertente-farglielo-credere e via dicendo. Il limite di tutto ciò? La VERA sgallettata, forte del vuoto cosmico che alberga nella sua testa. prima o poi contamina l’ambiente circostante. Chi se ne accorge, scappa. E a chi non scappa facciamo una richiesta: segnalatele che mini di jeans strappata e stivaloni da cowboy non vanno più da almeno 12 anni.

Nota del redattore: certifichiamo che nessuna sgallettata è stata maltrattata per la redazione di questo articolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...