Men & the cities – Convivenza tanta pazienza

desperatehusbanddi VITO

Vi ricordate quando abbiamo parlato della convivenza? “Gli uomini vengono da Marte,le donne da Venere, ma quando convivono scendono tutti sulla Terra”, dicevamo. L’articolo è stato al centro di dibattito durante numerose cene fra amici e gli uomini hanno deciso di controbattere di dire la loro. Noi di BATC riceviamo e pubblichiamo quindi il punto di vista di Vito, sposato e papà di una bellissima bimba, sulla questione convivenza:

“Uomo, non vedi l’ora di andare a convivere?” Beh prima ci sono un paio di cose che dovresti sapere…

E’ proprio il caso di dire: Santa Mamma. Sì, la Mamma, quella persona che ha sempre pensato solo ed esclusivamente a te, che ti ha coccolato, aiutato ed amato per lunghi anni. Beh RASSEGNATI. Adesso non è più lì con te, bisogna cavarsela da soli e purtroppo fare tutto ciò che pensavi non avresti mai fatto. Ricordi quando cui rientravi a casa da mamma e papà e tutto ciò che avevi lasciato in giro lo ritrovavi sempre in ordine e al suo posto, ciabatte comprese? I bei tempi in cui entravi in cucina solo per mangiare ed in camera da letto solo per dormire?
Ad un certo punto tutto cambia perché incontri LEI. Le cose vanno talmente bene e la macchina è talmente piccola che arriva il momento in cui, fomentato dall’amore e dalla passione, le proponi di andare a convivere, ovviamente ignaro di ciò che ti aspetta.

PLAYSTATION & DIVANO

Se lavorate entrambi le dai la tua massima disponibilità come aiuto in casa, quindi, oltre a lavorare, ti ritrovi anche a lavare i piatti -cucinare -sistemare cose per casa- ritirare i panni- aggiustare tutto ciò che ha deciso di rompersi. Sei sempre lì a correre per qualsiasi cosa, d’altronde l’uomo di casa sei tu e sei ben contento di esserlo.
Il problema è che finalmente dopo una lunga giornata di lavoro e dopo aver fatto la tua parte in casa arriva quel meraviglioso momento in cui ti sdrai sul divano, ti togli le scarpe e stai per mettere i piedi sul tavolo… vorresti solo guardare la tv, giocare con la playstation o anche solo osservare con lo sguardo perso le immagini che passano sullo schermo. Ma ecco che proprio in quel momento arriva LEI , che ha appena finito di fare qualsiasi cosa stesse facendo e adesso c’è solo una cosa che vuole, e quella cosa è PARLARE CON TE. ”AMORE sai domani facciamo così, dopodomani andiamo al cinema, questo fine settimana lo passiamo un giorno dai tuoi ed uno dai miei, tra 18 giorni ho l’appuntamento con il dentista…….AMORE MA MI ASCOLTI!!!!!???? MI RIPETI CIO’ CHE HO DETTO!!!!!??????” Beh, in quel momento preferiresti stare davanti ad una commissione d’esame a parlare di ingegneria aerospaziale. Errore, il peggio non è ancora arrivato perché con aria imbronciata LEI aggiunge: ECCO NON MI ASCOLTI MAI!!!!

SESSO, DROGA E PIGIAMONE

Uno dei pensieri più eccitanti di un uomo quando decide di andare a convivere non è certo quello di lavare, stirare ecc., bensì la certezza di passare molto tempo in intimità con la sua lei, di vederla spesso in abiti succinti, di essere provocato anche mentre lava i piatti e quindi poter far esplodere quella passione che in macchina non si poteva esprimere. Questa idea così stuzzicante crolla miseramente quando la vedi uscire dal bagno con gli occhi mezzi chiusi, struccata, con le babbucce ai piedi e con il fatidico pigiama con l’orsacchiotto e in quel triste, tristissimo momento capisci che tutto quello che avevi immaginato tempo addietro era pura fantasia.
Quello che noi uomini proprio non riusciamo a capire è perché anche con 10 ore di lavoro sulle spalle NOI riusciamo a preservare l’energia per stare con voi e per fare l’amore, mentre VOI sembrate reduci da una guerra punica ed una volta indossato il vostro pigiamone le ultime energie le preservate per l’ultima serie di Gossip Girl.

SUOCERE & CO.

Un altro motivo che ci spinge ad andare a convivere ergo ad uscire di casa è la tanto desiderata libertà di fare quello che ci pare senza dover rendere conto a nessuno. Il dove farlo non ha nessuna importanza, potremmo vivere anche sotto il ponte di baracca. VOI DONNE NO. Voi dovete rimanere vicino a mamma, e possibilmente anche vicino a fratelli, cugini, zii e nipoti, il massimo sarebbe trovare casa DENTRO a quella di vostra madre. Provare a farvi cambiare idea è impossibile, diventate furie che in confronto l’uragano Sandy è un leggero venticello, o peggio ancora mettete il musetto sapendo che noi uomini davanti ad un broncio non possiamo fare altro che cedere.

Questo per fare un quadro della situazione. Ovviamente non voglio scoraggiare i futuri conviventi e farli fuggire da un passo così importante della loro vita ma ci tenevo a raccontare quella che è la vita vera, che crediamo sia giusto condividere per informare.
Concludo dicendo che vivere e condividere gioie e dolori con la donna che ami nonostante tutto è la cosa più bella che si possa avere.

3 thoughts on “Men & the cities – Convivenza tanta pazienza

  1. la verità è che viviamo su 2 mondi completamente opposti…sono obbiettiva dicendo che non tutti gli uomini sono uguali, c’è chi è più o meno bravo a cucinare, chi fa le faccende domestiche meglio delle donne e chi…aihmè non fa nulla!! certo casa di mamma e papà era conveniente per tutti anche per noi donne, non si cucinava quasi mai, le cose per casa le faceva mamma e tu non dovevi pensare a nulla tranne che a fare shopping ed a uscire con le amiche! poi con la convivenza arriva il cambiamento radicale della tua vita e felice di affrontarlo ovviamente perchè l’amore che si prova per il tuo LUI è davvero forte e coinvolgente! i primi tempi possono essere difficili da gestire: le abitudini diverse, i modi di pensare diversi ma tra una lite ed un’altra vi garantisco che è un periodo che si supera tranquillamente. Ma la cosa che non si penserebbe mai è che il vero stravolgimento di vita arriva con l’arrivo di un figlio…essere mamme è la cosa + bella al mondo ma è anche la cosa + stancante e stressante al mondo! spesso si cerca appoggio e collaborazione da parte del tuo LUI ma a volte è troppo preso (e qui mi riallaccio al discorso di Vito) a giocare con la playstation, a guardare un film oppure ad andare a giocare a pallone (perchè loro hanno bisogno di uno sfogo) mentre noi donne ci annulliamo completamente perchè la nostra presenza per un figlio è indispensabile! voglio quindi chiudere qui dicendo a tutti i maschietti di non lamentarsi perchè anche se a volte siamo a vostro dire “un pò pallose” avete comunque i vostri spazi e la vostra vita non sarà mai stravolta come quella di una donna, nè per la convivenza nè perchè siate diventati papà!!

    • Manu come sempre è una questione di punti di vista: noi donne diciamo che la nostra vita è più complicata rispetto a quella degli uomini e gli uomini viceversa.
      Chi avrà ragione?
      Forse – come sempre – la ragione sta solamente nel mezzo. (Giudy)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...