Godsavethegirls…. Un san Valentino da single

sanvalentino

di Giudy prova

Essere single a san Valentino pare uno scherzo della natura: troppo cuore, troppo amore e talvolta troppo sole (parafrasando una canzone sempre sulla cresta dell’onda grazie alla sua complessità testuale), tutto ciò nell’unico giorno dell’anno in cui anche la più incallita Samantha Jones deve cedere il passo all’onnipresente romanticismo comune. Cosa fare allora durante quella fatidica sera dedicata alle coppie di tutto il mondo se non siete così “fortunati” da essere due metà di una mela (bacata probabilmente) riunite?
1) Procuratevi tante schifezze: niente come il cioccolato aumenta le endorfine ed il 14 febbraio siete autorizzati a riempire il carrello di Baci Perugina… da regalare a voi stessi ovviamente! Ricordatevi che una dispensa ben fornita è il modo migliore per non farsi cogliere da attacchi di lacrime improvvisi ed annegare in un vasetto di Nutella è decisamente il modo più dolce per suicidarsi.
2) Pensate di rivedere per l’ennesima volta “Bridget Jones” ovvero l’emblema della zitella che ce l’ha fatta? Scordatevelo! Lei alla fine accalappia Mr. Darcy mentre noi esseri umani probabilmente non lo incontreremo neppure mai nel corso di un’intera vita. Affidatevi invece a “Closer”: un film onesto e sincero, in cui le relazioni vengono affrontate in modo realista e cinico. Alla fine del film potrete solo essere soddisfatti della vostra condizione di single incallito.
3) Non sapete come trascorrere l’intera serata e temete di soccombere alla tristezza? Concedete un po’ di coccole a voi stessi: maschera detox, impacco per i capelli, creme & cremine, tisana depurativa e ovviamente un (o più) bicchiere di vino per sentirvi una vera diva rifugiatasi in una super spa a cinque stelle.
4) Fate questo esercizio mentale e pensate a tutte le coppie che conoscete e domandatevi quante di esse hanno una relazione sana, quante non hanno mai tradito / non sono mai stati traditi, quante sono felici di festeggiare il giorno di san Valentino con la propria metà dopo aver dovuto inventarsi l’ennesimo regalo. La matematica – teniamolo bene a mente – non è un’opinione.
5) Se siete stati mollati da poco dilettatevi nel gioco delle freccette: basta un muro, una foto dell’ex e qualsiasi cosa troviate sottomano da lanciare. Lo sfogo è garantito.
6) Se siete innamorati / presi / in fissa con qualcuno che non vi degna di uno sguardo, il 14 febbraio è l’occasione giusta per tentare di prendervi una rivincita: mandatevi da soli dei fiori o compratevi dei cioccolatini e recitate subdolamente. Se il lui/la lei in questione non si ingelosirà nemmeno un pochetto, san Valentino è il giorno giusto per dire addio al sogno di un amore e gettarvi invece nella realtà… anche virtuale: ci saranno un sacco di single come voi in rete domani sera!
7) Vi frequentate con qualcuno di impegnato/sposato? Mi raccomando di non fare sceneggiate vanagloriose o avanzare inutili pretese: pensate invece che avrete tutto il resto della settimana per ottenere la rivincita sul partner ufficiale!
8) Se siete dell’umore per litigare, uscite con un amico single ed incattivito dalla vita come voi e fingetevi una coppia sull’orlo di una crisi di nervi. Non c’è nulla di meglio che dilettarsi in chiassose sceneggiate pubbliche durante le quali voi vi sfogherete gridando e contemporaneamente riuscirete a metterete in discussione altre coppie attorno a voi.
9) Vi sentite moderni e provocatori e rivendicate il fatto che il 14 febbraio sia un giorno come un altro? Vestitevi in maniera provocante e contate il numero di uomini e donne che si girano a guardarvi: quello è il numero di corna fittizie che siete riusciti a far guadagnare sulla testa di qualcun altro nel giorno dell’Ammmore. E tutto questo per merito vostro: congratulazioni!
10) Dopo che amici ed amiche vi hanno coinvolto nella scelta del regalo per i rispettivi partners, riprendetevi dallo sforzo psico-fisico e fate un regalo (anche piccolo) a voi stessi: ve lo siete senz’altro meritato.
Ricordate infine miei cari single, che un giorno da pecore non si nega a nessuno: l’importante è averne a disposizione altri 364 da leoni predatori.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...