Godsavethegirls… dalle nemicheamiche

 

nemicheamiche

di NOEMI noemi

L’altro giorno parlavo con una mia carissima amica di una nostra ex amica di cui abbiamo perso le tracce.
Ho cominciato a riflettere su tutte quelle persone che ho definito amiche per un certo periodo e che poi si sono eclissate/autoeliminate o che semplicemente ho mandato a cagare.
Chiamiamola incompatibilità di carattere, chiamiamole incomprensioni, fatto sta che queste amiche con cui ho condiviso situazioni importanti in passato, oggi non fanno più parte della mia vita.
Anche a voi sarà capitato di vederle passare alla velocità di meteore o supernove: un giorno sono al centro della vostra vita, il giorno dopo non sapete neanche che lavoro facciano; è facile riconoscerle ma purtroppo solo col senno di poi.

C’è l’amica che chiameremo l’invidiosa”: finchè piangi per l’ultimo ragazzo che ti ha lasciata o finchè hai continui scazzi sul lavoro, è lì a tenerti la mano e a farti ridere, ma quando la ruota comincia a girare e magari hai conosciuto uno che non sia propriamente un bastardo ti accusa di averla usata ed abbandonata nonostante tu la aggiorni in continuazioni sugli sviluppi (forse è proprio questo il problema).
C’è poi un’altra tipologia, che ha delle caratteristiche peculiari e modi piuttosto raffinati: si dichiara tua grande amica, ma è sempre lì a rubarti la scena. Uscite per andare a prendere una birra di martedì sera e lei si presenta in mini. Non fai in tempo a dire: “Che carino quel ragazzo” che lei ha già sfoggiato uno dei suoi migliori sorrisi. Per di più è molto amata dai genitori perché è in grado di intortarti molto bene con le parole.
C’è poi quella per la quale ci verrà di sbattere la testa contro il muro ed io la definisco “la maga” ovvero quella in grado di far sparire le cose, il problema è che a sparire è lei e la sua amicizia che ti avrebbe accompagnata secondo i suoi discorsi, almeno fino al battesimo della tua primogenita. I motivi sono oscuri e voi passerete giornate – forse mesi – a domandarvi il perché. Ma arrendetevi: risposta non c’è, è solo fatta così.
Ma la peggiore di tutte, quella dalla quale è più difficile difendersi perché vi accorgerete troppo tardi dell’effetto devastante e deleterio che ha sulla vostra vita – quando cioè avrà già messo zizzania fra voi e altre 700 persone – è lei: l’amica falsa e subdola. E’ quella che davanti al meraviglioso mazzo di rose ricevute dal vostro ragazzo per il vostro compleanno è in grado di dire con aria vaga: “Magari non si è ricordato che preferisci le orchidee”. E’ quella che se una sera la lasciate a casa per uscire con la vostra amica in Erasmus tornata dalla Spagna che vedete due volte l’anno ve la farà scontare per tre giorni accampando mal di testa e ore di studio matto per il prossimo esame che non farà mai.

Come tenersi alla larga da queste persone? La risposta è semplice: non bisogna tenersene alla larga.
Io credo nella famosa citazione secondo la quale le persone entrano nella nostra vita per una ragione, che sia solo per un’estate, per una buona dose di risate condivise, perché ci hanno fatto conoscere quel negozio di scarpe fantastiche, per un ricordo che vi farà sorridere sempre, o semplicemente per non dimenticare che bisogna tenere gli occhi aperti.
Una cosa è certa: se ne andranno da sole, ad un certo punto non faranno più parte della vostra vita e sarà come se non ci fossero mai state. Ma la vostra vità andrà avanti lo stesso, panta rei.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...