Beauty – La primavera in testa: trecce, onde e pixie

hairstyle

di CONNIE connie

Il primo sole primaverile non ha fatto in tempo a comparire dietro le nuvole che tutte abbiamo prenotato l’appuntamento dal parrucchiere per la rivoluzione di primavera sul fronte hairstyle. C’è chi da anni sogna il corto, chi è indecisa se tenersi lo shatush e tutte più o meno vogliono cambiare colore o forma nemmeno fossimo una banda di Sailormoons in piena mutazione.

La tendenza, come l’anno scorso, è al naturale: le ultime sfilate ci hanno servito chignon arruffati, trecce spettinate con elastici a vista e volumi naturali. Tant’è che perfino chi, come me, porta i capelli lunghi da anni, può relegare piastra e ferro nell’armadietto del bagno TRANNE se ha abbastanza manualità da usarli per il must have della stagione: le onde, prese in prestito ai surfisti e molto viste sugli ultimi red carpet, lente e fluenti come quelle di Mila Kunis, Amanda Seyfried o Jessica Chastain o con l’irresistibile effetto spettinato di Taylor Swift o Jessica Alba. Per le più impedite, esiste un attrezzo che farà al caso vostro: si chiama Triple Barrel Waver della Revlon e non è uno strumento di tortura, bensì una piastra particolare che creerà nei vostri capelli lunghi o medi che siano il tanto agognato effetto surfista.
Avrete quindi capito che (anche) sul fronte acconciature lo stile boho spadroneggia: le nostre teste si arricchiscono di trecce, treccine, intrecci di ogni sorta, foulard, coroncine. Un nome per tutti: la star di Girls Jemima Kirk, alias Jessa Johansson, le cui chiome intrecciate fanno sorgere un immediato impulso di urgentissima emulazione.

Per le fan del corto, invece, resta un must il taglio pixie in tutte le sue varianti: in principio fu Anne Hathaway alla serata degli Oscar (di cui vi avevamo parlato qui), ma nei secoli dei secoli furono anche Michelle Williams, Emma Watson (che deve ringraziare il suo parrucchiere per averle svoltato la carriera) e Ginnifer Goodwin. Per quanto ci riguarda se volete sbizzarrirvi potete anche osare il ciuffo colorato, che fa abbastanza anni ’80 da essere glamour.

Sempre in tema di colori diciamo sì a quelli naturali, castani, color miele o cioccolato, no a rossi e mogano artificiali, che invecchiano istantaneamente di almeno un triennio. E qui arriviamo all’annoso – anche per la sottoscritta – problema dell’ombre hair o shatush per il quale, dopo innumerevoli mesi di riflessione (e un principio di overdose), siamo arrivate alla conclusione che ha i giorni contati e sopravviverà a quest’estate solo per cedere il passo alla “tinta unita” il prossimo autunno.

E voi, cosa avete “in testa” per la prossima primavera?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...