God save the girls… dalla Sindrome da Crocerossina

candycandy

di GIUDY prova

Vi dico solo due parole: Candy Candy.
Generosa, altruista e premurosa, sin da bambina si è occupata di tutti: bambini, anziani, pony o quel che sia. Poi è cresciuta e, non contenta della sua infanzia di sfigata perenne, si è dedicata al settore infermieristico assistendo chiunque le capitasse a tiro.
Nel mezzo del cammin della sua crocerossina vita incontrò poi il personaggio più fascinoso di tutti cartoni animati: Terence, bello e dannato alla James Dean con un fattore di autodistruzione pari a quello di River Phoenix.
Candy, nel momento stesso dell’incontro con Terence, perde ogni prerogativa animata e si dimostra umana come me e voi cadendo immediatamente nella brace (senza passare neppure per la padella): sarà per colpa di quegli occhi nocciola voluttuosi, della sicurezza in sè, della scorza da uomo duro e puro che non deve chiedere mai. Candy vacilla e la crocerossina che è in lei emerge e straborda.

Ma la sindrome da crocerossina una non se la sceglie nè la vuole: capita e basta. Citare l’istinto materno è così demodè : semplicemente se vedi il biondino dolce e ricco che suona la sua bella cornamusa sulla collina pensi subito a quanto sia carino e finita li, se invece vedi il tipo maledetto che ci si fuma una canna su quella collina finisce che ne rimani intrigata ed affascinata. Sì, anche tu che sei stata sino ad oggi simbolo di fermezza ed indipendenza e che continui a ripetere l’inutile litania del “mai e poi mai”, dinnanzi ad uno che ti provoca e stuzzica anzichè mandarlo a farsi friggere (sempre su quella collina) ti ritrovi a volerlo cambiare in meglio, assisterlo, curarlo, fargli sentire che può essere amato.
Appena uno dei suddetti pensieri vi si paleserà nella mente, deponete ogni speranza ed indossate la cuffietta con la croce rossa impressa sopra, accendete la sirena e correte a soccorrere il povero ragazzo maledetto di turno dallo sguardo triste e pensieroso. Niente infatti è più sexy per una donna di uno sguardo corrucciato e niente per un uomo è più appetitoso di una donna pronta a fare qualsiasi cosa pur di strappargli un sorriso, Dylan di Beverly Hills 90210 ha trombato un sacco proprio grazie a quello sguardo da (finto) depresso…

Non dite che non vi è mai capitato, perchè ogni donna – almeno una volta nella vita – ci è cascata. Soluzione? Provate a mettervi anche solo per un giorno nei panni della persona da assistere e vedete se il lui in questione farà mai il crocerossino per voi. Sono aperte le scommesse…

2 thoughts on “God save the girls… dalla Sindrome da Crocerossina

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...